La nostra storia

Company profile

“Qualsiasi nostro modello che entrerà nelle vostre case non sarà che l’aurea, l’essenza e l’anima di momenti unici e irripetibili, sarà parte della vostra vita.”

Senza storia non c’è identità. Lo sa bene Mantellassi 1926, azienda toscana estremamente dinamica che ha saputo affrontare con determinazione le sfide del mercato e della globalizzazione, ancorandosi ancor più saldamente alle radici culturali del proprio contesto sociale, culturale e artistico, per assumere un ruolo di ambasciatrice del design italiano “in stile” nel mondo. L’avventura Mantellassi inizia nel 1926, con destini intrecciati dai tratti romanzeschi e cronache familiari quasi fiabesche. Un messaggio decisamente positivo, che esorta decennio dopo decennio le nuove leve a proseguire con fiducia e ottimismo il cammino. Oggi alla guida dell’azienda Nicola Remo Mantellassi, quarta generazione, e la moglie Roberta. Lavorano insieme con un gruppo di collaboratori costruito per il raggiungimento di un unico obiettivo: acquisire competenze sempre più alte in un mondo che non riguarda più solo divani e poltrone, ma collezioni che comprendono arredi total look, studiati nei minimi particolari per essere unici e rispecchiare un lusso prepotentemente caratterizzante. Ampie le proposte di arredamento ricche di suggestioni artistiche, dal singolo pezzo al chiavi in mano, per ambienti esclusivi destinati a durare nel tempo. Dalla camera al salone, dallo studio allo spazio pranzo, dall’ambiente cucina fino alla sala da bagno, che si tratti di un’abitazione privata, di uno yacht, di uno spazio pubblico come di un hotel. Mantellassi 1926 affida la produzione ad autentici maestri artigiani dell’antica scuola toscana: fonditori, patinatori, cesellatori, ebanisti, esperti nell’arte della falegnameria, del ferro battuto, della luce si prodigano per una qualità di esecuzione eccelsa, realizzando pezzi che giocano sulle aspettative di chi ama lo ‘stile’ made in Italy, in una continua dialettica fra artigianato e industria. Con una produzione rigorosamente tutta italiana, un vero lusso che poche aziende possono ancora permettersi. E mette a disposizione di architetti, interior designer, contractor e clienti finali un team work in grado di progettare ogni singolo elemento di arredo in modo completamente personalizzato, coniugando le idee dei committenti con gli stili classici propri dei concept Neo Baroque e Decor Glamour. Questo è il grande ‘saper fare italiano’ di Mantellassi 1926: progetti che partono da un nucleo emotivo non necessariamente simmetrico e che si spingono verso percorsi di reinterpretazione in chiave artistica di stili diversi, in cui l’artigianalità e l’attenzione alla tendenza dialogano per esprimere un’idea di interior design di livello elevato. E’ la cultura del progetto, in tutti i suoi aspetti, il perno centrale attorno al quale ruota Mantellassi 1926. In questo, la collaborazione con i grandi studi di architettura a livello internazionale è stata la chiave di volta della sua crescita. Tutto ciò che scaturisce dalla progettualità e creatività di questa vivace realtà produttiva è il frutto di una passione e di uno stile di vita, eredità di generazioni, che traduce il linguaggio d’autore con libera interpretazione.

Fondazione

90 anni ‘in stile’

Primo dopo guerra. La produzione manifatturiera della provincia di Pistoia si distingue per vitalità e innovazione. Nei distretti di Quarrata, Agliana e Montale si aggregano con caparbietà gruppi di artigiani che ricostituiscono piccole aziende specializzate in tessitura e lavorazione artigianale di mobili. Nei primi anni del periodo fascista le nuove attività iniziano ad avere una vera e propria crescita produttiva. Grazie alle opportunità di lavoro che si delineano, ha luogo un processo di urbanizzazione delle popolazioni rurali. Secondo dopo guerra. Con l’integrazione di piccoli centri produttivi nascono poli specializzati nella produzione e commercio di mobili e oggetti di arredamento. Sono proprio quei mobilifici, primi abbozzi di industrie specializzate, a rappresentare il fil rouge che unisce Quarrata, Agliana e Montale e a costituire un trait d’union con il pratese in un continuum di abitazioni, laboratori, fabbriche, magazzini, depositi, intersecati da campi e spazi abitativi. In questo contesto nasce a Quarrata, un piccolo borgo i cui abitanti da contadini sono diventati artigiani, l’industria Mantellassi, fondata l’8 aprile 1926 da un valente tappezziere, Macario Mantellassi, da suo figlio Remo e dalla moglie, Elisa, che in un primo momento aiuta concretamente a finanziare l’impresa e successivamente a guidarne le sorti. Elisa non è solo uno dei tanti esempi di donne-manager ante litteram, spesso dimenticate o disconosciute dalla storiografia economico-sociale italiana di quei tempi. E’ anche un bell’esempio dell’importanza che hanno avuto e continuano ad avere le donne nella conduzione e nel successo dell’industria Mantellassi 1926, dalle sue origini sino ad oggi.

Biografia

Alla guida dell’azienda, Nicola Remo Mantellassi e la moglie Roberta Mantellassi, quarta generazione, lavorano insieme ad un team di collaboratori motivati e dediti al raggiungimento di un unico obiettivo: acquisire competenze altissime in un mondo che non riguarda più solo divani e poltrone, ma collezioni che comprendono arredi completi e selezionati, pezzi che disegnano tutti gli ambienti, studiati nei minimi particolari per essere unici e rispecchiare un modo di vivere il lusso discreto, eppure così prepotentemente caratterizzante.

.......la quinta generazione sta arrivando!